English Version Versione italiana

Comunicazione

 

Scenario

Trailer Punto di non ritorno

Presenta un resoconto sui drammatici mutamenti che si verificano oggi in tutto il mondo a causa dei cambiamenti climatici, assieme a ciò che tutti noi, come individui e come società, possiamo fare per prevenire una fine catastrofica della vita sul nostro pianeta.

Apri il video in YouTube



21ma conferenza delle Nazione Unite sui cambiamenti climatici

21ma conferenza delle Nazione Unite sui cambiamenti climatici

Apri il video in YouTube



Infrastrutture SpA ha sottoscritto il Trillion Tonne Communiqué

Infrastrutture SpA ha sottoscritto il Trillion Tonne Communiqué per sostenere la richiesta globale da parte delle aziende per una risposta politica agli avvertimenti scientifici espliciti sui rischi posti dal continuo aumento dei gas serra in atmosfera. I firmatari ritengono che i rischi climatici possono essere gestiti con successo e che la transizione verso un'economia a emissioni net-zero può essere data in modo da creare nuove opportunità di business, con costi gestibili. Invitiamo le aziende a partecipare alla chiamata globale e firmare il Trillion Tonne Communiqué.

Scarica il comunicato stampa


Earth Overshoot Day

In 8 mesi l’umanità ha esaurito il budget della Terra di un anno
Il 19 Agosto è l'Earth Overshoot Day 2014 che segna la data in cui l'umanità ha esaurito il suo budget ecologico per un anno. Questo significherà che stiamo vivendo oltre il limite. Dopo questa data manterremo il nostro debito ecologico prelevando stock di risorse ed accumulando anidride carbonica in atmosfera.
Secondo i calcoli del Global Footprint Network, la nostra domanda di risorse rinnovabili e di servizi ecologici che questi possono produrre è al momento equivalente a quella di 1,5 Pianeti Terra. I dati ci mostrano che siamo sulla buona strada per aver bisogno di più di due pianteti per la metà del secolo.

Global Footprint Network - 19 Agosto 2014

Vai al sito    Scarica il comunicato stampa



Climate Central: Potrebbe Diventare il 2014 l'anno più caldo di sempre?

Anche se l'anno è solo a metà corso, una serie di mesi caldi - tra cui il più caldo mai registrato maggio, è stato annunciato Lunedi scorso - Ad affermarlo è Piers Forster, professore di cambiamento climatico all'Università di Leeds, il quale sostiene che gli effetti combinati di El Niño e del riscaldamento globale, potrebbero rendere il 2014 l'anno più caldo mai registrato.

Climate Central - Di Andrea Thompson - 23 Giugno 2014

Vai all'articolo



Onu: il mondo non è preparato al clima che cambia

Acidificazione degli oceani, biodiversità a rischio. Spostamenti di popolazioni e conflitti a causa di diminuzione raccolti, alluvioni e sviluppo di malattie

La parola «rischio» viene usata in media 5,5 volte a pagina in un rapporto di 49 pagine. Se nel rapporto precedente del 2007 il livello di rischio più elevato era segnalato in rosso (alto), ora si è aggiunto un colore: il porpora (rischio elevatissimo). Se il mondo non avesse ancora sufficientemente chiaro il baratro verso cui sta correndo (anzi, accelerando) lo ricorda il nuovo rapporto scientifico dell’Onu. Se non siamo in grado di tagliare le emissioni di gas serra, i cambiamenti climatici, che sono già in atto in tutto il pianeta, causeranno una serie di problemi che saranno amplificati dal fatto che il mondo non è preparato ad affrontarli. «Solo decisioni rapide e coraggiose potranno evitare la catastrofe», ha commentato il segretario di Stato americano, John Kerry.

Il Corriere della Sera - Di Paolo Virtuani - 31 Marzo 2014

Vai all'articolo    Leggi il report IPCC



Non passerà molto tempo prima che le vittime dei cambiamenti climatici chiederanno all’ovest di risarcirli

Il caso scientifico si sta rafforzando: i paesi sviluppati sono da biasimare per il riscaldamento globale - e ci sarà presto una resa dei conti a livello legale.

"L'azione legale non è un sostituto per la politica, ma potrebbe mettere in evidenza gli elementi di prova in modo scomodo"

The Guardian - Di Chris Huhne - 29 Dicembre 2013

Vai all'articolo



Proiezioni dell'IPCC (Intergovernmental Panel on Climate Change/ Gruppo intergovernativo di esperti sul cambiamento climatico) sulla temperatura e precipitazioni nel 21mo secolo


NASA Center for Climate Simulation and NASA's Scientific Visualization Studio

Pubblicato 27/09/2013

Vai al video su YouTube



Quanto sono aumentati: la temperatura della superficie terrestre, il calore dell'oceano ed i livelli di CO2 nell'atmosfera dal 1960

I registri sui livelli di anidride carbonica nella atmosfera iniziati dallo scomparso Dave Keeling dell'Istituto di Oceanografia Scripps è una delle serie di dati più cruciali sul riscaldamento globale.
Quando le misurazioni sono iniziate nel 1959 il livello medio annuale era di 315 parti per milione, da allora è salito ogni anno. La cifra per il 2011 è 391,6. Il maggiore rilascio di anidride carbonica nell'atmosfera determina un aumento dell’effetto serra.
(L'effetto serra è un fenomeno climatico-atmosferico che indica la capacità di un pianeta di trattenere nella propria atmosfera parte del calore proveniente dal Sole)

The Economist online - Daily chart / Climate changes - 2 maggio 2012

Vai all'articolo



Sarà necessario un governo mondiale efficace per scongiurare una catastrofe climatica

Il ritiro dei ghiacciai sull'Himalaya

Quasi sei anni fa, ero l'editore di un numero speciale sul tema dell'energia per la rivista Scientific American, che includeva un articolo di Robert Socolow della Princeton University, il quale aveva stabilito un buon piano su come mantenere le concentrazioni atmosferiche di anidride carbonica sotto la soglia di 560 ppm. L'edizione era piena soluzioni tecniche, che spaziavano da un'economia dell'idrogeno ad energia solare proveniente dallo spazio.
Se dovessi rifarlo nuovamente, i miei altri colleghi editori permettendo, mi piacerebbe affrontare la questione della pianificazione in un altro modo. Farei marcia indietro sulla fusione nucleare, il carbone pulito, e dedicherei almeno la metà dello spazio disponibile ad articoli sulla psicologia, sociologia, economia e scienze politiche. Da quando ho fatto quella edizione, sono arrivato alla conclusione che i dettagli tecnici sono la parte più facile. L'ingegneria sociale è il vero problema, i lanci sulla luna o il progetto Manhattan sono un gioco da ragazzi in confronto alle necessarie modifiche delle nostre abitudini.

Di Gary Stix, Scentific American - 17 marzo 2012

Vai all'articolo



Il Segretario Esecutivo delle Nazioni Unite sfida il mondo a concordare obiettivi più severi sui cambiamenti climatici.

Christiana Figueres, Segretario Esecutivo delle Nazioni Unite

Il riscaldamento globale dovrebbe essere limitato a 1,5°C e non a 2°C, dichiara Christiana Figueres.

Il mondo dovrebbe accettare di ridurre il limite di sicurezza sul riscaldamento globale a soli 1,5°C invece dell'obiettivo attuale di 2°C, ha dichiarato la Segretaria Esecutiva della Convenzione Quadro dell'ONU sui cambiamenti climatici in un discorso che ha scosso i governi delle nazioni sviluppate.
Gli scienziati stimano che 2°C siano il limite di sicurezza del riscaldamento, oltre il quale il cambiamento climatico diventa catastrofico e irreversibile. Lo scorso dicembre, in occasione della conferenza ONU sul clima tenutasi a Cancun, tutti i paesi hanno raggiunto un accordo sull'obiettivo di 2°C. È la prima volta che i governi del mondo fissano un limite sul riscaldamento globale.

Ma Figueres sostiene che un aumento di 2°C avrebbe un impatto devastante sull'innalzamento del livello dei mari con conseguente sommersione delle isole basse e di alcune nazioni costiere, nonché sulle temperature dell'Africa sub-sahariana con gravi ripercussioni sull'agricoltura.

Da Fiona Harvey, Guardian.co.uk, 1 giugno 2011

Vai all'articolo



Cronologia della presenza di anidride carbonica in atmosfera da 800.000 anni fa fino a gennaio 2011.


Da NOAA, Earth System Research Laboratory

Vai all'articolo

 


Riscaldamento globale - Un enorme blocco di ghiaccio si stacca dalla Groenlandia - 8 agosto 2010

È il più grande blocco di ghiaccio staccatosi dalla Groenlandia in quasi 50 anni. Un'isola galleggiante di circa 260 chilometri quadrati più grande dell'Isola del Giglio e quattro volte Manhattan si sta spostando verso sud. Si trova ora nel mezzo dello Stretto di Nares, che divide la Groenlandia dal Canada, a circa mille chilometri a sud del Polo Nord.
Grazie alle immagini satellitari, gli scienziati hanno potuto osservare un fenomeno sorprendente: "Le correnti calde dell'oceano intorno al fiordo stanno erodendo la parte più vulnerabile del ghiacciato Petermann a una velocità sorprendente: circa venticinque volte superiore a quella in superficie — dice Alun Hubbard, glaciologo della Aberystwyth University, in Galles -. Negli ultimi anni gli studi hanno rivelato un'accelerazione e un assottigliamento della calotta glaciale.
Secondo gli esperti, non è possibile affermare con certezza che il fenomeno sia collegato ai mutamenti climatici anche se i primi sei mesi del 2010 siano stati i più caldi a livello globale. Al momento non è possibile prevedere cosa accadrà. L'enorme lastrone di ghiaccio, per ora, galleggia. Se dovesse sciogliersi, potrebbe alimentare i rubinetti degli Stati Uniti lasciati aperti senza interruzione per due anni.

La lotta contro l'emissione di biossido di carbonio

Da più di un secolo si conoscono i problemi causati dalle emissioni di CO2 nell'atmosfera. Cosa è stato fatto?





co2
 
arrow
circle

I Cambiamenti climatici su Google Earth - 9 Dicembre 2009

Scopri quali sono i possibili effetti dei cambiamenti climatici sul pianeta Terra e le soluzioni percorribili per affrontarli e mitigarne l'impatto.

Il Comunicato di Copenhagen contro i cambiamenti climatici

Il comunicato è stato pubblicato su iniziativa dei leader di oltre 500 aziende di livello mondiale e sottolinea la necessità di trovare un'intesa per un ambizioso, equo ed efficace accordo globale sul clima, che risponda in modo credibile alla vastità ed all'urgenza delle crisi che il mondo si trova ad affrontare oggi.

Scarica il testo integrale


"Innovazione Energetica" di Pier Francesco Rimbotti

È difficile prevedere dove si fermerà il tornado di evoluzioni tecnologiche avviato nell'ultimo decennio nel settore energetico. Sicuramente rappresenta una sfida da far accapponare la pelle alle vecchie Società elettriche ed un'opportunità forse paragonabile a quella di Internet per le nuove Aziende che si sono avviate. Non vi saranno esclusioni di lotte e battaglie tra i diversi attori, ma per fortuna esse non saranno cruente come quelle combattute per dominare le fonti di petrolio e gas negli ultimi cinquanta anni ed i vincitori finali potranno essere i consumatori, i cittadini e quei paesi che meglio avranno saputo comprendere ed adattarsi a questi cambiamenti.
Il buon funzionamento dell'innovazione rappresenta uno tra i principali indicatori di competitività di un Paese...
di Pier Francesco Rimbotti, Infrastrutture SpA

Scarica il testo integrale


Trailer - Una scomoda verità

Una scomoda verità (An Inconvenient Truth) - Effetti del Riscaldamento Globale - Protagonista il Premio Nobel per la Pace 2007 - Al Gore


Trailer - "The Age of Stupid"

L'Era della Stupidità (The Age of Stupid) - Citato come uno dei film più importanti del nostro tempo, film "manifesto" sui cambiamenti climatici, l'acclamato documentario di Franny Armstrong.

 

MEMBRI DI:
Assolombarda  Elettricità Futura 
CERTIFICAZIONI:
Certificazione OHSAS 18001  Certificazione ISO 9001 
Facebook  LinkedIn  Google +  Google +  Google +